Prossimi Eventi

    Nessun evento in programma

MiniChat

Salve a tutti. Nessuna voce recente. Clicca sugli appositi link più in basso per chattare.
Avviso Sonoro:

» Entra in Chat «

Chi è online

Abbiamo 16 visitatori online

Ultimi Video

Home arrow Rubriche arrow Viaggi&Sogni
Viaggi&Sogni
i Viaggi del Buon umore Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
Scritto da Kosta - Happy Coach   
15/01/2010 alle 12:23
 Un Viaggio nella Magia del Fuoco
nusco_falo.jpgKondividi il Sorriso! SmileQuello che è il mio motto, vuole essere l’occasione per portare gioia e benessere a tutti i miei amici attraverso qualsiasi tipo di esperienza. È per questo motivo che ho pensato di dedicare un piccolo spazio alla categoria Viaggi/Eventi.
 

Viaggiare significa conoscere nuove realtà, volare liberi in mondi nuovi, trovare gioia nella contemplazione di bellezze naturali, così come stupirsi dinanzi a opere d’arte (siano esse pitture, edifici …) o addirittura incuriosirsi e divertirsi assistendo a riti o eventi folkoristici che trovano le proprie origini in tempi lontani.

La mia idea è quella di offrirvi notizie circa gli eventi e gli itinerari più svariati che possano essere occasione di divertimento e crescita culturale.

Scrivi commento
Ultimo aggiornamento ( 15/01/2010 alle 12:34 )
Leggi tutto...
  Condividi su Facebook

 

Una meravigliosa spiaggia ad Orosei - Nuoro Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
Scritto da Gianni Cardinale Ciccotti   
23/12/2008 alle 19:24

 

Cala Luna, storditi dalla bellezza di una valle incantata

Soprannominata di volta in volta “perla del Mediterraneo”, “ultimo eden” e così via, Cala Luna, regina incontrastata del golfo d’Orosei, è possibile raggiungerla in diversi modi, fra questi il più suggestivo,oltre che con il comodo barcone, è percorrendo il sentiero che si snoda lungo l’omonima “Codula”.
Si percorre la ss.125 sino al km.172+500 dove si troveranno le indicazioni per Cala Luna-Telettotes: questo ultimo è il punto dove troveremo ampio e sicuro parcheggio. Già dal percorso di avvicinamento in auto non potremmo fare a meno di rimanere estasiati dalla magnificenza del luogo,il paesaggio da prima morbido e pianeggiante, con mandrie di bellissimi cavalli al pascolo che esaltano la amenità del luogo, pian piano, percorrendo gli stretti tornanti che costeggiano il fiume, lascia l’aspetto gentile per vestire quello di un ambiente severo e selvaggio.In basso vediamo fuggire e perdersi zigzagando verso il mare questa ferita verde,questo groviglio,questo caos di pietra e natura. Una volta parcheggiato, si guaderà il fiume che smeraldino scorre al nostro fianco gorgheggiando e destreggiandosi fra intricate gallerie verdi, dove una miriade di insetti e libellule si cimentano in vertiginose acrobazie. Dopo un po’, con una di quelle magie che solo la natura riesce a creare, d’un tratto l’acqua sparisce fuggita per chissà quali meandri sotterranei. Così ora si procede su tratti di sentiero ora, un po’ più atleticamente, su lisci pietrosi che movimenteranno sino alla fine la nostra escursione. Accompagnati dall’imponenza delle bianche pareti che come bastioni sovrastano la Codula, incantati e storditi dai profumi che densi e dolciastri si mescolano come incantesimi alle fioriture esagerate e cangianti degli oleandri, procediamo lungo questa valle incantata, sino a quando un sipario verde spruzzato di rosa si aprirà per mostrarci , stupendoci, la sospirata cala che appunto come uno spicchio di luna  brillerà per lungo tempo nei nostri ricordi.         

 

da fenix 1928  (immagini su internet)

Scrivi commento
Ultimo aggiornamento ( 27/12/2008 alle 13:10 )
  Condividi su Facebook

 

Alla Scoperta del Cilento Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
Scritto da Redazione CDA   
18/03/2008 alle 15:08

 

Il Cilento è la regione della provincia di Salerno che per la sua configurazione topografica presenta caratteri etnici, naturalistici, agricoli e sociali di particolare interesse. Una terra generosa di panorami singolari e aperti a suggestive visioni, ove le distese secolari di ulivi rigogliosi occupano la maggior parte del territorio, con le marine sacre al mito e alla leggenda lungo un litorale risonante lontane eco di civiltà eccelse, con le colline e le vallate piene di luce e di vigore, con le sue rocce ergentisi verso un cielo limpido, cristallino, con i fiumi Sele e Alento, Lambro e Mingardo. Siamo nella fascia tirrenica che accoglie entro i suoi confini centri archeologici come Velia, l'antica Elea, e Molpa nonchè Paestum e la Certosa di Padula. Interessante la formazione geologica delle rocce ed il patrimonio speleologico marino (grotte) tra Capo Palinuro e Marina di Camerota.

Scrivi commento
Ultimo aggiornamento ( 18/03/2008 alle 15:55 )
Leggi tutto...
  Condividi su Facebook

 

il Mio Sogno Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
Scritto da Ninfea   
18/04/2007 alle 14:24
aurora_boreale.jpg
Aurora Boreale

La TeRRa DeL
FaSciNo

Un viaggio di smisurato fascino che farei nell'immediato domani è quello nella c.d. "terra della luce"; così viene comunemente denominata la regione di Finnmark che si estende nella parte più settentrionale della Norvegia.

La Norvegia, per molti, raffigura una terra gelida e con poche attrattive turistiche: ma pochi sanno che è la terra dell'aurora boreale e del sole di mezzanotte; fenomeni che ti fanno accapponare la pelle e che ti fanno prendere la consapevolezza di quanto sia straordinaria la natura.

La Norvegia settentrionale è il regno della luce.  C'è chi afferma che dopo aver visto "l'aurora boreale" una prima volta la sua immagine si imprime in modo indelebile nella memoria, come una fotografia istantanea nella nostra mente che ci arricchisce di emozioni e ricordi. Si tratta di uno spettacolo grandioso, bellissimo e anche un po' inquietante, per il suo fantastico gioco di colori caldi e freddi, per le sfumature, per la sensazione di  grandezza che la natura stessa riesce a trasmetterci. Sono in molti a ritenere che l'aurora boreale sia tra i fenomeni in assoluto più belli da vedere sulla faccia della nostra terra. La prima volta che ti trovi di fronte a questo spettacolo è facile che ti venga a mancare il fiato e che la testa si perda piacevolmente in quel vortice di colori. Tutto il cielo può colmarsi delle forme e dei colori più incredibili, meravigliose sfumature di verdi, rossi, blu e violetti che si mescolano come uno straordinario quadro: molti sostengono che l'effetto creato dall'aurora boreale sia paragonabile alla follia e all'estro pittoresco artistico degli impressionisti, che si ubriacavano di colori e raffiguravano la sensualità della natura nelle sue più piccole e minuziose sfumature. Un qualcosa di "straordinariamente straordinario"! L'aurora boreale si verifica durante tutto l'arco dell'anno, ma per ragioni facilmente intuibili, è durante il semestre del buio invernale che i colori si stagliano più vividi nel cielo e che quindi si può assistere a versioni più spettacolari di questo fenomeno. Dura da pochi minuti ad alcune ore.

Scrivi commento (5 Commenti)
Ultimo aggiornamento ( 21/04/2007 alle 19:16 )
Leggi tutto...
  Condividi su Facebook

 

Dubai: Scheda Tecnica Stampa E-mail
Valutazione utente: / 1
Scritto da Ninfea   
04/04/2007 alle 14:37
  DUBAI: "SCHEDA TECNICA"  su tutte le informazioni utili per affrontare un viaggio a Dubai...vaccinazioni, documenti, ecc... perchè si può pure parlare delle meraviglie di città ma non bisogna mai tralasciare le informazioni più utili per un viaggio...
  • Stato di appartenenza: EMIRATI ARABI UNITI.

dubai_panorama.jpg


Dubai è la più conosciuta delle destinazioni degli Emirati Arabi Uniti dove un ambiente futuristico conserva una storia centenaria. Si tratta di una città moderna e molto estesa che potremmo dividere in due parti: una centrale e una litorale, chiamata Jumeirah. Gli Emirati del Golfo, i primi ad offrire all'Occidente la tranquillità delle loro spiagge dorate, il mare limpidissimo, l'incredibile suggestione del paesaggio desertico e le sue lussureggianti oasi, gli spettacolari tornei beduini. Dubai sorge su una grande laguna ed è separata dal "krik" il canale che costeggia la città vecchia, lungo le cui sponde si affacciano le splendide case patrizie dai caratteristici aflaj, le sottili torri del vento che raccoglievano le brezze del mare per rinfrescare le assolate dimore degli emiri. La parte centrale è composta dai quartieri di Deira e Bur città dal distretto commerciale e degli affari. Una visita alla città vecchia con la moschea, il Forte e un giro al Creek rappresentano un interessante miscuglio tra vecchio e moderno. Il deserto è a poco più di mezz'ora dalla città: si possono esplorare dune di sabbia a perdita d'occhio con efficienti 4x4. Interessante anche l'escursione alla penisola di Musandam. Da Dubai in circa due ore si raggiunge Abu Dhabi, capitale degli Emirati.

Scrivi commento (1 Commenti)
Ultimo aggiornamento ( 12/04/2007 alle 07:55 )
Leggi tutto...
  Condividi su Facebook

 

Altri articoli...