Prossimi Eventi

    Nessun evento in programma

MiniChat

Salve a tutti. Nessuna voce recente. Clicca sugli appositi link più in basso per chattare.
Avviso Sonoro:

» Entra in Chat «

Chi è online

Abbiamo 8 visitatori online

Ultimi Video

Home arrow Sezioni arrow Segnalazioni
Segnalazioni
Arpac : “Non c'è amianto nella struttura del Centro Fieristico in località Casone”. Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
Scritto da Monica De Benedetto - Ufficio Stampa Comune di Ariano   
05/09/2012 alle 18:22
fieraeu.png
Ariano Irpino, 05 settembre 2012- Il Dipartimento Provinciale dell'Arpac di Avellino, Servizi Territoriali, ha comunicato al Comune di Ariano Irpino che in seguito ad accurata ispezione presso la struttura della Comunità Montana dell'Ufita in località Casone di Ariano Irpino adibita a Complesso Fieristico  “è stata accertata l'assenza di ogni tipo di materiale con sospetta presenza di amianto”. Il sopralluogo in seguito ad una segnalazione da parte di Giovanni Maraia di “Ariano in Movimento” il quale ricordava che il manufatto è stato oggetto di lavori di bonifica  dall'amianto e sottolineava come la pavimentazione interna e l'area esterna del manufatto presentassero “materiali friabili che avrebbero potuto contenere fibre di amianto”. Rispetto a questo i tecnici dell'Arpac hanno precisato nella loro relazione che “il progetto per la bonifica è stato finanziato dalla Comunità Economica Europea tramite la Comunità Montana dell'Ufita, i cui atti del progetto sono ivi depositati; tra la documentazione acquisita risulta che l'area ubicata alla località Casone, relativa ai lavori descritti nel piano di lavoro (prot. n°6379 del 21/11/2005 autorizzati con N.O. n° 6845 del 15/12/2005  ed eseguita dall'impresa Bra Italia s.r.l. è stata bonificata da ogni materiale contenente amianto- certificazione Asl 1 di restituibilità dei luoghi del 12/07/2006”. 

Scrivi commento
  Condividi su Facebook

 

Ad Ariano Irpino arriva la Fiera Campionaria Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
Scritto da Redazione CdA   
05/09/2012 alle 14:15
A settembre il Centro Fieristico Fiere della Campania dedica nove giorni a Industria, Artigianato, Agricoltura e Commercio.
 
fiera_campionaria.jpg
Ariano Irpino, 05 settembre 2012 - Dopo i successi ottenuti da “Sud con Gusto”, “Bimbo Days” e “Mac LegnoSud” riprende l’attività del Centro Fieristico “Fiere della Campania”, con un nuovo evento dedicato ai settori dell’Industria, Artigianato, Agricoltura e Commercio. Dal 22 al 30 settembre, dalle ore 16.00 alle 22.00, gli 8.000 metri quadrati della struttura, realizzata dalla Comunità Montana dell’Ufita e gestita da Fiere e Congressi, ospiteranno la prima edizione della “Fiera Campionaria”, manifestazione contraddistinta da una formula fortemente intersettoriale, capace di far comunicare tutte le realtà. La Fiera Campionaria si preannuncia, infatti, come un grande appuntamento rivolto agli imprenditori di tutto il Sud Italia che numerosi hanno già scelto di partecipare con uno stand per presentare la loro attività sia agli addetti ai lavori, sia al pubblico di visitatori che interverrà per l’occasione. L’evento rappresenta, infatti, non solo un’opportunità per stabilire e rinsaldare rapporti di business tra le aziende, ma anche un’importante vetrina dove le realtà imprenditoriali potranno proporre i loro prodotti a chi sceglierà di trascorrere un piacevole pomeriggio e fare ottimi acquisti potendo contare su un’ampia e variegata offerta. Esperienza, quest’ultima, che sarà resa ancora più divertente e rilassante grazie all’area giochi attrezzata per bambini allestita all’interno della fiera. La Fiera Campionaria vuole essere espressione di un sistema sociale ed economico capace di mettere efficacemente in contatto produttori e consumatori, oltre che di stabilire interessanti relazioni B2B, come già dimostrato nelle precedenti fiere tenutesi presso il centro di Ariano Irpino. In quest’ottica, sono previsti anche momenti di incontro con rappresentanti delle istituzioni e con esperti di settore, con i quali, secondo la formula già consolidata nei precedenti eventi, si potrà riflettere sui principali temi di interesse per il territorio. Questo nuovo evento conferma la capacità del Centro Fieristico “Fiere della Campania” di porsi come attore protagonista della realtà territoriale in cui è nato, in grado di interloquire direttamente con le realtà imprenditoriali a livello locale, regionale e interregionale, creando momenti di incontro e aggregazione indispensabili allo sviluppo dell’Irpinia tutta.
Per aggiornamenti e informazioni: www.fiereecongressi.eu
Scrivi commento
Ultimo aggiornamento ( 05/09/2012 alle 14:18 )
  Condividi su Facebook

 

The "Farm Band" in tour Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
Scritto da Erika   
04/09/2012 alle 16:53

 

per chi vuole divertirsi... Tongue out

Scrivi commento
  Condividi su Facebook

 

Il Ministro dei Beni Culturali e il Presidente del CNR ad Ariano Irpino Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
Scritto da Redazione CdA   
04/09/2012 alle 16:48
Tempo e ricerca, ma anche poesia con Maria Luisa Spaziani. Comincia la cinquegiorni tra sapere scientifico e cultura umanistica
 
Ariano Irpino AV – 4 settembre 2012- Il Ministro dei Beni Culturali Lorenzo Ornaghi e il Presidente del CNR Luigi Nicolais aprono nel pomeriggio di domani, a partire dalle 16h30 ad Ariano Irpino, il quarto Meeting «le 2 culture» presso il centro di ricerche Biogem, presieduto dall’ex Ministro Ortensio Zecchino. Cinque giorni per promuovere il dialogo tra i due emisferi del sapere, scienza e humanitas, e confrontarsi sul Tempo, argomento cui è consacrata l’edizione 2012 della manifestazione che negli anni ha ospitato Premi Nobel  come Capecchi e protagonisti della cultura del calibro di Veronesi, Zichichi, Dallapiccola, Boncinelli, Barbujani, Cardini, Galasso  e che anche quest'anno richiamerà protagonisti di primo piano del dibattito internazionale. A Biogem, il più importante centro di ricerca genetica del Mezzogiorno d’Italia, viene prigilegiata una prospettiva integrata che fa convivere attività diricerca e laboratorio, servizi, un polo di alta formazione con una scuola di studi superiori in biotecnologie, corsi di laurea e master residenziali. “Abbiamo raccolto – spiega il Presidente Ortensio Zecchino– le nuove sfide puntando sul trasferimento tecnologico, su altaspecializzazione e ricerca, ma con un modello nuovo e con una forte vocazione al risultato”. Importanti i risultati scientifici che la struttura nonprofit, inaugurata nel 2006 alla presenza di Rita Levi Montalcini, ha ottenutonegli ultimi 6 anni investendo in ricerca  qualcosa come 17 milioni di euro e dando ilproprio contributo alla lotta al tumore al polmone, al rene policistico, alla psoriasi familiare, sviluppando  l'innovativa tecnica di monitoraggio tossicogenomico dell’ambiente, dimostrando la natura genetica di alcune patologie della tiroide e sviluppandomodelli animali utili per studiare farmaci utili a combattere l’ipertensione. Oltre alle partnership internazionali con Qatar e Thailandia, Biogem è anche capofila del PON Oncologia. Spazio altresì alla divulgazione con un Museo, il Biogeo, che spiega con reperti, percorsi, apparati multimediali (potenziati da pochi giorni con l’arrivo della quadrisfera) in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La sera, nelle rinnovate strutture del campus irpino, nel segno delle 2ue Culture, il tradizionale appuntamento con la musica e la letteratura. Presenza d’eccezione, nella giornata inaugurale, la poetessa Maria Luisa Spaziani, intervistata dal noto giornalista e conduttore televisivo Paolo Notari.
Scrivi commento
  Condividi su Facebook

 

Ariano, soppressa la “Circolare”. Nuova bufera sull’Amu Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
Scritto da Gianni Vigoroso   
03/09/2012 alle 18:30
circolare_amu.jpg
Ariano Irpino, 03 settembre 2012 - Famiglie indignate: “Con l’alto consumo di alcol e droga che c’è ad Ariano, quel servizio per noi era una sorta di garanzia, in quanto impediva a molti giovani di fare a meno dell’auto.” A scontare un altro disagio le persone più anziane che nella giornata di ieri non hanno trovato le corse principali a tutte le ore per entrambi le direzioni, con l’entrate in vigore del nuovo piano che per tutte le festività prevede una corsa ogni due ore. “Siamo pronti a consegnare gli abbonamenti all’azienda, chiedendo il rimborso – ci dice arrabbiatissima una donna a Cardito – si potevano anche degnare di avvisarci. Tutti sapevano di questi tagli, anche gli autisti stessi, hanno fatto finta di nulla fino all’ultimo. E’ davvero vergognoso, su questo paese ci stanno oramai togliendo tutto. Meglio che ce ne andiamo via da qui. L’amministrazione continua a dimostrarsi insensibile, permettendo tutto questo. E poi ci sono corse in zone protette politicamente, intoccabili.” In pratica i pendolari che partono dalla Manna verso Camporeale potranno prendere l’autobus alle 7, poi alle 9 e via di seguito, mentre sul versante opposto a partire dalle 8 e quindi successivamente alle 10. Tutte corse che garantiscono in ogni modo il raggiungimento del cimitero. Tagli che hanno creato non pochi disservizi agli utenti, molti ragazzi infatti hanno dovuto allertare le famiglie per il ritorno a casa. E non finisce qui, in cantiere vi sarebbero altri tagli anche per i giorni feriali. Il consiglio di amministrazione dell’azienda mobilità ufitana sta infatti monitorando l’andamento degli utenti. Il direttore di esercizio Gerardo Caccese afferma: “Purtroppo siamo stati costretti a far fronte ad un nuovo piano di corse con notevoli riduzioni, ma siamo stati costretti ad agire perché la situazione dei bilanci è molto critica. Tagliare delle corse non è certamente un fatto positivo, ma lo abbiamo dovuto fare per salvaguardare lo stipendio dei dipendenti.” Intanto si apprende che l’azienda ha raggiunto un accordo con Irpiniambiente per il lavaggio dei mezzi presso la struttura di Scarnecchia, un accordo che porterà degli introiti notevoli nelle casse dell’Amu. Tutto pronto per le corse scolastiche nelle varie contrade a partire dalla prossima settimana, ma anche qui i problemi non mancano. Bisognerà fare i conti con un parco macchine fatiscente, che non promette nulla di buono, con seri rischi per gli stessi autisti oltre che per i passeggeri, costretti a percorrere strade dissestate e ad alto rischio interessate frequentemente da frane e smottamenti.

Scrivi commento
Ultimo aggiornamento ( 04/09/2012 alle 19:59 )
  Condividi su Facebook

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 19 - 27 di 1516