Prossimi Eventi

    Nessun evento in programma

MiniChat

Salve a tutti. Nessuna voce recente. Clicca sugli appositi link più in basso per chattare.
Avviso Sonoro:

» Entra in Chat «

Chi è online

Abbiamo 9 visitatori online

Ultimi Video

Home arrow Sezioni arrow Blog Utenti arrow PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI FRANCESCO BARRA “PIETRO PAOLO PARZANESE, UNA BIOGRAFIA POLITICA
PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI FRANCESCO BARRA “PIETRO PAOLO PARZANESE, UNA BIOGRAFIA POLITICA Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da giovanni orsogna   
16/08/2011 alle 07:36

Ariano Irpino, Eventi PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI FRANCESCO BARRA “PIETRO PAOLO PARZANESE, UNA BIOGRAFIA POLITICA INAUGURAZIONE DEL FONDO PARZANESE PRESSO L’ARCHIVIO STORICO DIOCESANO


Ariano Irpino, Eventi

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI FRANCESCO BARRA

“PIETRO PAOLO PARZANESE, UNA BIOGRAFIA POLITICA

INAUGURAZIONE DEL FONDO PARZANESE PRESSO L’ARCHIVIO STORICO DIOCESANO

«Nel cuore degli artigiani, dei contadini e dei poveri la fede nella provvidenza
di Dio, la credenza nell’eterno avvenire, l’amore al lavoro, la rassegnazione nei mali, l’affetto
verace pel bene della patria». In tutto questo, essenzialmente, consiste il significato storico
della figura e dell’opera di Pietro Paolo Parzanese”.

(Francesco Barra)



Uno dei primi frutti del convegno di studi “Pietro Paolo Parzanese tra risorgimento e romanticismo europeo” promosso dalla Diocesi di Ariano Irpino, Ufficio Beni culturali ed ecclesiastici Direttore Don Massimilianio Palinuro,  è rappresentato dalla pubblicazione del Prof. Francesco Barra, “Pietro Paolo Parzanese, una biografia politica, Avellino, 2011, Il Terebinto Ed.,  approfondimento della relazione tenuta al convegno per i 200 anni della nascita del Parzanese ( Ariano, 6-7 11 2009).
Il giorno 17 agosto 2011  alle ore 18,00 presso la Sala Parzanese  ex Cineoasi, viene presentato l’attesa opera del Prof. Barra, Pietro Paolo Parzanese, una biografia politica,  sono previsti fli interventi di  di Mons. Giovanni D’Alise Vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia, del Dott. Antonio Mainiero Sindaco di Ariano Irpino.
I relatori sono: Il Prof. Sebastiano Martelli. Ordinario di Letteratura Italiano e direttore del Dipartimento di Studi Umanistici, l’autore il Prof. Francesco Barra, Ordinario di storia moderna presso l’Università di Salerno, Ottaviano D’Antuono Responsabile del Museo Civico. Modera il convegno Don Massimiliano Palinuro Direttore dell’Ufficio diocesano per i beni culturali ed ecclesiastici.
Al termine sarà inaugurato il Fondo Pietro Paolo Parzanese presso l’Archivio storico diocesano, la visita guidata è a cura di Giovanni Orsogna, curatore dell’allestimento.


Ringraziamo Il Prof. Francesco Barra per la sua attenzione e sensibilità di finissimo storico,  con questo volume ha contribuito a conoscere aspetti peculirari e poco noti del nostro indimenticabile Parzanese.
Invito gli amici e gli arianesi a voler dotarsi di questo prezioso volume dal fascino e dalla lettura piacevole
e di notevole spessore culturale e storiografico.

 Il prossimo 17 agosto 2011, alle ore 18,00,  presso la Sala Pietro Paolo Parzanese- Cineoasi di Ariano Irpino, sarà presentato il libro del Prof. Francesco Barra, sono attesi i relatori, l’evento è stato organizzato dall’Ufficio dei Beni Ecclesiastici della Diocesi di Ariano Irpino, il direttore è il valente Don Massimiliano Palinuro.
A seguire ci sarà l’inaugurazione della del Fondo  Parzanese che  ospita i cimeli e gran parte della documentazione archivistico-libraria del poeta e dotto sacerdote di Ariano Irpino, frutto di donazioni di Enti.: comune di Ariano Irpino- Museo Civico di Ariano, Associazioni Circoli culturali P. Ciccone, FIDAPA, e di studiosi, donatori,  ed amici di Parzanese.

Il Libro


Il volume è nato quale sviluppo, ampliamento e approfondimento della relazione tenuta nell’ambito del Convegno di studi indetto dalla Diocesi di Ariano Irpino – Lacedonia in occasione del 200° anniversario della nascita di Pietro Paolo Parzanese, svoltosi ad Ariano il 6-7 novembre del 2009, i cui Atti non sono ancora stati pubblicati. L’impossibilità di contenere nello spazio, pur ampio, di una relazione la complessità delle tematiche del Parzanese “politico”, ha indotto l’autore a dedicare all’argomento un volume monografico. La definizione di biografia “politica” indica innanzitutto il taglio essenzialmente storico-politico, e non letterario, della ricostruzione della figura di Parzanese e del suo effettivo ruolo nelle vicende del Mezzogiorno romantico, con particolare rilievo alla rivoluzione del 1848.
Ciò è consentito all’autore da un ampia base documentaria inedita, criticamente utilizzata.
Un critico contemporaneo, il ligure Baccio Mainieri, affermava nel 1865 che «la scomparsa del Parzanese aveva lasciato un vuoto nella letteratura e nella poesia italiana, e fu insieme una perdita per quel clero dotto e civile, alle cui virtù la moderna Italia deve quella stima ed affetto, che sono un tanto conforto ad ogni onesto». E così effettivamente era, soprattutto se si considera lo straordinario contributo intellettuale e politico che, una volta conquistata la libertà, il poeta di Ariano avrebbe senz’altro potuto continuare a dare alla sua terra e all’Italia unita.


La sua funzione di mediazione culturale, nel popolarizzare e divulgare tanto tra le élite che tra le masse le idealità costituzionali e nazionali, era risultata comunque quanto mai efficace, ed essa, attraverso i suoi versi facili e scorrevoli, trasmessi per lo più oralmente, si sarebbe prolungata ben al di là della sua stessa esistenza. Né meno valida era stata la sua funzione di rompere il blocco reazionario-conservatore che si basava sulla stretta alleanza tra Chiesa e monarchia borbonica, spostando gruppi consistenti del clero e del laicato cattolico sulle posizioni del cattolicesimo liberale. Infine, la sua predicazione e i suoi versi avevano promosso l’emancipazione dei poveri e dei diseredati, offrendo loro una speranza di riscatto e di promozione umana, mantenendo viva, com’egli stesso affermava nella prefazione ai Canti del povero del 1851, «nel cuore degli artigiani, dei contadini e dei poveri la fede nella provvidenza di Dio, la credenza nell’eterno avvenire, l’amore al lavoro, la rassegnazione nei mali, l’affetto verace pel bene della patria». In tutto questo, essenzialmente, consiste il significato storico della figura e dell’opera di Pietro Paolo Parzanese.

L’Autore
Francesco Barra è docente straordinario di Storia Moderna presso la Facolta’ di Lettere e Filosofia dell’Universita’ di Salerno. Tra le sue pubblicazioni piu’ recenti: Michele Pezza detto Fra’Diavolo (2000), Chiesa e societa’ nel Mezzogiorno d’Italia (2002), Il brigantaggio del Decennio francese (1806-1815). Studi e ricerche (2003), Il Mediterraneo tra Ancien Regime ed eta’napoleonica (2005). Amico di Ariano da lungo tempo ed attento studioso per la valorizzazione della storia civile ed ecclesiastica della città di Ariano e dell’Irpinia.


Il Fondo Parzanese dell’Archivio storico diocesano custodisce  in maniera permanente nella Sala : Fondo Parzanese dell’Archivio storico diocesano il cospicuo materiale collazionato  per la mostra documentaria allestita in occasione delle celebrazioni del bicentenario della nascita del Parzanese, il fondo è costituito da una sezione di documenti autografi del Parzanese, edizioni d’epoca: edizione coeve al nostro Poeta, pubblicazioni postume, studi monografici, saggi, antologie, materiale fotografico, le edizioni complete arianesi di tutte le opere del Parzanese, le edizioni napoletane postume del 1853, materiale documentario audio-video.
Tale fondo costituisce un contributo prezioso per lo studio del poeta irpino, patriota, padre della Patria,  raccogliendo un modo certosino quanto è stato possibile raccogliere e salvare di ciò che è rimasto in Ariano e provincia. Vi sono esposti anche cimeli appartenuti alla Famiglia Parzanese, donati da Concetta Lanzafame,  documenti degli eredi di Marianna Parzanese, dott. Giovanni Scarpelli di Palena. Originato dalla donazione del materiale custodito dal Museo Civico, quest’ultimo donato dal Comune di Ariano Irpino) e dal alcuni studiosi e ricercatori locali, il fondo è oggetto di continue donazioni ed acquisizioni.

Gli eventi, come tutti ricordano , furono  promossi nel 2009 da Mons. Giovanni D’Alise vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia, con il contributo fattivo di Associazioni Arianesi, (Associazione Circoli Culturali “P. Ciccone”,  del Museo Civico di Ariano, direttore Ottaviano D’Antuono, curatore del Catalogo della mostra, di autorevoli studiosi e coordinato dal Comitato per le celebrazioni del bicentenario. La Mostra documentaria si tenne presso la sala “Pietro Paolo Parzanese” (ex- cineoasi), con il patrocinio del Comune di Ariano, Provincia di Avellino, Biblioteca Vittorio Emanuele III di Napoli, Biblioteca Magna Capitana di Foggia, Biblioteca Provinciale S. e G. Capone di Avellino, (occasione bicentenario nascita di Parzanese  11 nov. 2009).


Giovanni Orsogna
 Curatore dell’allestimento Fondo Parzanese




Commenti


Per inserire i commenti bisogna essere utenti registrati e loggati. Se sei già registrato, per favore loggati. Altrimenti registra un account adesso.


  Condividi su Facebook

 

< Prec.   Pros. >