Prossimi Eventi

    Nessun evento in programma

MiniChat

Salve a tutti. Nessuna voce recente. Clicca sugli appositi link più in basso per chattare.
Avviso Sonoro:

» Entra in Chat «

Chi è online

Abbiamo 1 visitatore online

Ultimi Video

Home arrow Sezioni arrow Video arrow Il dramma di Edvige: essere invisibile
Il dramma di Edvige: essere invisibile Stampa E-mail
Valutazione utente: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Redazione CdA   
10/09/2012 alle 20:09
Ariano Irpino, settembre 2012 - Ieri sera mi sono recato intorno alle 20.00 a fare shopping in un supermercato in via Cardito ad Ariano Irpino, bene si sa che a quell'ora c'è un bel pò di traffico sull'unica strada che collega la periferia con il centro e il resto del paese. Fin qui niente di nuovo, se non fosse per il fatto che per attraversare la strada ho dovuto tirar fuori le mie doti "fino a tal momento a me sconosciute" di impavido contorsionista, funambolo, acrobata etc. Mi spiego: I tanti automobilisti che a tale ora percorrono la suddetta arteria "viaria"fanno a gara per contendersi lo scettro di idiota della serata,mi spiego meglio: nel tratto di strada di via cardito , "circa 800 metri di quasi rettilineo" ove ai lati sono ubicati tutti gli esercizi commerciali, gli automobilisti, nonostante le strisce pedonali poste sull'asfalto (in verità non visibilissime devo dire...) incuranti dei limiti di velocità e del fatto che le strisce dovrebbero essere zona "franca" per il pedone, fanno segnare in quel tratto di strada record da Gran Premio del Giappone Di Formula 1. Il povero pedone quindi deve trasformarsi in un super eroe per attraversare. Ora il dubbio mi sorge spontaneo (come direbbe il buon Lubrano): Ma non è che molti di questi "Shumacher mancati" non sanno che quelle strisce bianche sull'asfalto servono a far attraversare il povero pedone incolume e quindi loro devono fermarsi o almeno rallentare?... 
Capisco che la signora è appena uscita dall'ufficio e deve correre a casa per preparare la cena, capisco che il bambino imbrigliato sul sedile posteriore piange perchè ha fame e che il marito è già sull'uscio ad attenderla con la "clava" in mano perchè è in ritardo e capisco anche che deve parlare al cellulare con la sua amica di una dieta miracolosa uscita sull'ultimo numero di (Gioia). Posso anche capire te caro impiegato statale che arrivi esausto alla fine di una lunga giornata faticosissima, capisco che i dieci caffè presi con i tuoi amici nel tuo ufficio,mentre la gente aspettava allo sportello speranzosa che ti affacciassi per fare il tuo dovere e servirli, capisco che i tuoi occhi sono stanchi dopo ore passate davanti al monitor del computer a chattare su facebook o giocare a poker on line...lo so è dura amico mio, è un lavoro pesante ed ora sei stanco, tanto stanco da non vedere la povera vecchina con due borse della spesa, volare come un fuscello davanti al muso della tua auto, no tu ancora non realizzi che la vecchina si è appena giocato un femore e ha una commozione cerebrale. Tutto questo perchè tu dopo ventanni, che percorri con la tua auto la stessa strada alla stessa ora ancora non sai che quelle strisce trasversali dipinte di bianco ti avvisano che devi fermarti e far passare la vecchina e non farla volare davanti alla tua auto, idiotaaa!!! E tu signora e donna in carriera invece di correre come una mentecatta , scendi dall'auto e prendi il tuo bimbo in braccio e rassicuralo anche se arriverai con un po di ritardo casa non è la fine del mondo...se poi il tuo "Barney" arrabbiato per il tuo ritardo,agiterà la sua clava minacciosa, strappagliela dalle mani ed infilagliela dove è finito il suo cervello (dove non batte il sole) e fatto questo, porta tuo figlio da tua suocera (baderà lei un'ora al piccolo),tu in quell'ora infilati nella prima "Beauty farm" che trovi e fatti un percorso rigenerante, così perderai peso,ti rilasserai e forse domani alle 0re 20.00 quando passerai in via cardito , racconterai una bella storia al tuo bambino in auto e lui non piangerà ma ti ascolterà sorridendo e forse con un pò di fortuna, questa sera troverai una sorpresa a casa, tuo marito a preparato per te una cena leggera, romantica a lume di candela, il caminetto acceso, con la sua clava che scoppietta tra le fiamme... 
 
 
servizio a cura di Big Wave
riprese e montaggio di Amleto Bevere




Commenti
Scritto da gianni65 il 2012-09-13 @ 14:32

Allora caro big wave che "guerra" sia, denunceremo tramite i mezzi di informazione tutti i soprusi e le inciviltà di questo paese e di chi ci governa cominciando col far notare la "cultura" e il senso pratico dei nostri politici che hanno spesso ventilato la possibilità di chiudere il centro alle auto salvo poi dare il cattivo esempio di essere presenti in massa con le loro auto e soprattutto di parcheggiare per ore e ore davanti agli esercizi commerciali NON a pagamento per non mettere il grattino andando a inficiare un sistema parcheggi già deficitario. A voi il giudizio.
Cosa si può fare nel concreto?
Scritto da Pennac il 2012-09-12 @ 19:07

Purtroppo Ariano (e non solo) sono città indietro anni luce nel processo di abbattimento delle barriere architettoniche. E non si parla di grandi opere, si parla di mettere del cemento per creare un piano inclinato vicino a tutti i marciapiedi almeno nelle zone che, in tal caso, potrebbero essere accessibili ai diversamente abili. E' vergognoso... quanto costa un po' di cemento? Una città che si sensibilizza ai problemi dei diversamente abili è una città che ha speranza di crescere. Gli idioti insensibili ai problemi dei diversamente abili ci sono ad Ariano come in ogni altro angolo della Terra. E' ignoranza culturale ed incapacità di essere empatici, non li condanno perché, secondo me, non ci arrivano proprio. Condanno, invece chi siede sulle poltrone del comune perché, queste persone, incluso il Sindaco, dovrebbero essere dotate di una cultura ed una capacità di organizzazione che gli permetta di istruire e dare il buon esempio all'elettorato attraverso misure più o meno drastiche e gesti tangibili. Non sarebbe meglio firmare una petizione da inviare ai nostri politicanti per chiedere un passo verso l'abbattimento delle barriere architettoniche ad Ariano?null
Scritto da bigwave il 2012-09-12 @ 13:23

Caro gianni65, so che è una lotta impari ma,non possiamo farci scivolare addosso tutto, sempre e comunque...il tuo "non possiamo farci niente se non incazzarci e buttare giù l'amaro calice " sa un po di resa e in cuor tuo sai bene che non possiamo arrenderci. Anche se scriviamo su una pagina web (non è tanto) ma è gia qualcosa, continuiamo a testimoniare gli "scempi"e passiamo parola...a volte mio caro amico , le parole, possono diventare pietre credimi, non mollare e divulga il tuo pensiero, vedrai che con il tempo gli incompetenti li butteremo giu dalla torre. Big wave
Scritto da gianni65 il 2012-09-12 @ 12:27

anche io sono stato testimone (purtroppo o per fortuna) di un altro increscioso abuso a scapito di chi come l'amica Edvige non può che usufruire dei marciapiedi per circolare e guardacaso sempre a cardito. Purtroppo non possiamo farci niente se non incazzarci e buttare giù l'amaro calice perchè non cambierà mai niente, possono esserci anche 100 vigili ma l'educazione e il buon senso non si possono ne comprare ne assumere alle dipendenze. Si dice che il traffico, i maleducati su 4 ruote sono in centro (e ci sono) ma altrove forse è peggio ma i provvedimenti riguardano solo il centro. Ma la cosa ancora più grave è che a voler risolvere il problema traffico non c'è mai qualcuno competente.
Scritto da bigwave il 2012-09-12 @ 12:07

Caro Professor Falken, vero è che i vigili urbani non sono tanti ma, è anche vero che di tanto in tanto una capatina...(che sò , una volta al giorno nelle ore di punta...). Il fatto del (caffettino) pur non condividendo, potrebbe anche starci, si può anche tollerare, ma qui parliamo di gente a cui non frega una mazza del prossimo. La tolleranza diventa zero per quei deficenti che corrono nel centro urbano,parcheggiano sui marciapiedi,non rallentano in prossimità di scuole etc. La multa è ben poca cosa per questi LOBOTOMIZZATI, ci vorrebbe qualche sonoro CALCIO IN BOCCA, (in questo caso non metaforici). Per finire, ( non meno importante)mi piacerebbe che tutti noi cosidetti ( umani, civili), facessimo fronte comune a queste ingiustizie e angherìe prendendo posizione e non come accade di sovente, lanciare uno sguardo e rigare dritti tanto non sono cazzi nostri. Scusa lo sfogo Prof Falken. Detto questo e concludo, si l'articolo è stato ripreso (paro paro) da un mio passato (sfogo), cambiando solo il finale. Grazie e spero che scriverai ancora su questo ed altro...Big wave.
...oppure....
Scritto da Professor Falken il 2012-09-12 @ 07:32

Meglio sarebbe se i vigili iniziassero a fare multe. Peccato che ad Ariano non si facciano, perché da un lato i vigili sono pochi, dall'altro vuoi che si faccia la multa all'amico dell'amico dell'amico soltanto perché si stava facendo un caffettino? 
Comunque bello l'articolo, me ne ricorda uno simile 
http://www.cittadiariano.it/index.php?option=com_content&task=view&id=8308&Itemid=60
Scritto da bigwave il 2012-09-11 @ 16:36

Spero che qualcuno spieghi a quel nugolo di imbecilli seduti al bar "Incontro" che bisogna lasciare un po di spazio per far passare la gente... Cosa buona e giusta sarebbe che questo onere lo prendessero i proprietari del bar...grazie.


Per inserire i commenti bisogna essere utenti registrati e loggati. Se sei già registrato, per favore loggati. Altrimenti registra un account adesso.


Ultimo aggiornamento ( 15/09/2012 alle 13:42 )
  Condividi su Facebook

 

< Prec.   Pros. >